media

Gambe e caviglie gonfie: come alleviare i sintomi

Da cosa dipende la presenza di gambe e caviglie gonfie?

È un disturbo comune, soprattutto in estate: le gambe e le caviglie gonfie affliggono molte persone, soprattutto quelle che per lavoro stanno in piedi per gran parte della giornata. Il disturbo può dipendere da problemi di circolazione alle gambe o da una disfunzione del sistema linfatico, oppure può essere associato a situazioni temporanee come la gravidanza o una malattia.

Le gambe e le caviglie gonfie possono infatti essere anche il sintomo di una patologia renale o cardiaca: bisogna sempre quindi approfondire le reali cause del disturbo prima con il medico di famiglia e poi eventualmente con uno specialista.

Questo disagio può infatti anche essere la conseguenza di uno squilibrio ormonale: in questo caso sarà il ginecologo a prescrivere esami adatti e a decidere se consigliare l'assunzione (o l'interruzione) di un contraccettivo orale.

Ecco i rimedi più utili per alleviare i sintomi

Riposare adeguatamente le gambe

Chi soffre di gambe e di caviglie gonfie sa che basta sedersi per qualche minuto ed alzare le gambe per avere immediato sollievo: è quindi buona norma evitare di stare in piedi per troppe ore e cercare anche di dormire con le gambe più in alto del livello del cuore, sostenute da cuscini rigidi.

Effettuare massaggi e camminate

Un rimedio molto efficace per limitare il fastidio di gambe e caviglie gonfie sono massaggi linfodrenanti portati avanti con costanza: aiutano a ridurre l'edema e regalano benessere immediato. È consigliato poi camminare il più possibile a piedi scalzi, fare pediluvi tiepidi ed evitare indumenti stretti, che segnano o fasciano eccessivamente dal punto vita in giù.

Curare l’alimentazione e l’attività fisica

Se parliamo invece di rimedi a lungo termine, chi soffre di gonfiori alle estremità non dovrebbe mai essere in sovrappeso: curare la propria alimentazione e fare sport sono due elementi imprescindibili per evitare di avere fastidi o almeno per alleviarli notevolmente. È consigliata una dieta povera di sodio: troppo sale aggiunto ai cibi va a peggiorare la ritenzione idrica ed aggrava la situazione.

Aiutarsi con l’utilizzo di creme e/o integratori

Esistono anche diversi prodotti, creme o integratori, che possono aiutare chi soffre di gonfiori alle estremità: si tratta di soluzioni a base naturale, composte di solito da elementi come Troxerutina, Rusco, Vite Rossa, Centella e Mirtillo, che aiutano la circolazione periferica e il microcircolo. Ne è un esempio la crema Defence BodyGel di Bionike, in grado di contrastare efficacemente il gonfiore e di migliorare la circolazione cutanea. Ci sono poi prodotti drenanti, che possono essere assunti sotto forma di tisana o in pastiglie, che aiutano ad eliminare i liquidi in eccesso come ad esempio il tarassaco o il gambo di ananas, utili anche per depurarsi in poco tempo.

In ultimo: utilizzare se necessario calze graduate

Non sono una soluzione ideale in estate, ma uno dei rimedi più efficaci per gambe e caviglie gonfie sono le calze graduate: queste aiutano il ritorno del sangue dalle estremità verso il cuore e se il gonfiore è causato da problemi di circolazione, queste calze probabilmente lo risolveranno velocemente.

 


Commenti: 0
Nessun commento
Lascia un commento

L’ indirizzo email non può essere pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati*

CATEGORIE DEL BLOG
nuovi prodotti