media

Quali integratori è meglio assumere in gravidanza

Non è possibile dare una risposta univoca alla domanda quali integratori sia meglio assumere durante la gravidanza, dato che dipende in buona parte dallo stato di salute e dall’alimentazione della futura mamma. 

In linea generale, però, per sostenere il fisico della donna che attraversa una notevole serie di cambiamenti, gli stessi ginecologici solitamente prescrivono un’integrazione di folati, di calcio e di ferro, sostanze nutritive che devono essere contenute in abbondanza nell’alimentazione della neo mamma poiché un loro apporto insufficiente può portare a complicazioni anche serie, come gestosi, anemia, parto prematuro, basso peso alla nascita e mancata chiusura del midollo spinale (spina bifida).

Scopriamo meglio queste sostanze fondamentali insieme:

Acido folico (Vitamina B9)

L’acido folico andrebbe in realtà integrato già da uno o due mesi prima del concepimento e fino a tutto il terzo mese, la sua assunzione è importante per prevenire difetti del tubo neurale come la spina bifida e l’anencefalia. La sua carenza, inoltre, è stata associata anche ad altre patologie come la pre-eclampsia, il ritardo della crescita intrauterino e malformazioni cardiovascolari. La quantità giornaliera di Acido Folico raccomandata è di d 400 microgrammi, ossia il doppio rispetto al fabbisogno di una donna non in gravidanza.

Il Ferro

Un corretto apporto di Ferro è fondamentale per combattere l’anemia e favorire l’ossigenazione dei tessuti, dato che contribuisce alla formazione dell’emoglobina (la proteina che trasporta l’ossigeno alle cellule). Durante la gravidanza la quantità di ferro giornaliera raccomandata è di 30 milligrammi al giorno, in associazione a vitamine come la B9, la C, la E, che ne facilitano la funzione antianemica.

Il Calcio e il Magnesio

Per tutta la durata della gravidanza (e anche nel corso dell’allattamento al seno) la mamma ha bisogno anche di un maggior apporto di calcio, sia perché è essenziale nella costituzione delle ossa dello scheletro del nascituro, sia per mantenere in buono stato di salute le proprie ossa e denti. Inoltre, un maggior quantitativo di calcio rispetto al solito riduce il rischio di preeclampsia (gestosi) e di parto prematuro (il deficit di calcio infatti favorisce la comparsa di contrazioni). Il quantitativo giornaliero di calcio raccomandato in gravidanza è di 1000 mg. Assieme al calcio, solitamente s’integra anche il magnesio, che contrasta la preeclampsia e il ritardo di crescita del bimbo in utero.

Gli Acidi Grassi Omega-3

Gli Omega 3 sono acidi grassi essenziali che servono per il corretto sviluppo delle capacità cognitive e visive del bambino.  Inoltre, aiutano la mamma a prevenire il rischio di depressione post-partum. In gravidanza, la loro razione quotidiana raccomandata è di 200 milligrammi al giorno.

Qualora con la sola alimentazione non si raggiungano i quantitativi quotidiani di questi elementi è importante assumerli tramite integratori.


Commenti: 0
Nessun commento
Lascia un commento

L’ indirizzo email non può essere pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati*

CATEGORIE DEL BLOG
nuovi prodotti