Categorie

Cos'è l'alitosi

L'alitosi è l'emanazione di fiato dall'odore sgradevole che nel 90% dei casi ha la sua origine dalla bocca stessa. Si tratta di un disturbo che in certi casi può essere responsabile di problemi relazionali e psicologici.

Cause dell'alitosi

Probabilmente l'alitosi è causata dalla metabolizzazione, da parte della placca batterica, dei residui di cibo riconducibile all'azione di batteri anaerobi, capaci cioè di proliferare in assenza di ossigeno.

C'è da sottolineare come la saliva sia un'alleata contro l'alitosi perché mantiene i livelli di ph a livelli tali da contrastare i batteri responsabili. Nel corso della notte (ma anche della stagione estiva) la produzione di saliva si abbassa. Ecco perché non è raro avere casi di alitosi al risveglio.

Le cause più frequenti di alitosi sono:

consumo di pasti abbondanti (in particolare di determinati cibi come cipolle e aglio)
regime alimentare ricco di grassi e zuccheri
scarsa igiene orale
placca dentale
stipsi
tabagismo
alcolismo
disturbi gastrointestinali


Più raramente l'alitosi è riconducibile a malattie respiratorie o sistemiche anche molto gravi. Fra queste:

sinusite
tonsillite
infezioni polmonari
diabete mellito
epatite
insufficienza renale
neoplasie

L'alitosi, inoltre, può essere causata anche dall'assunzione prolungata di determinati farmaci.

Trattamento dell'alitosi

Fondamentale è la prevenzione. Consigliabile, in particolare:

lavare i denti due volte al giorno
utilizzare quotidianamente il filo interdentale
utilizzare raschietto per la lingua
utile evitare o moderare il consumo di determinati cibi e/o bevande
evitare tabagismo e alcolismo

Se gli accorgimenti presi non dovessero bastare è consigliabile rivolgersi al medico.