media

Come scegliere la giusta alimentazione per l'anemia

Perché è importante una giusta alimentazione per l’anemia

L'anemia è una patologia caratterizzata dalla diminuzione del numero dei globuli rossi e del contenuto in emoglobina, dovuta o una perdita di sangue o a un produzione insufficiente. L'anemia può avere varie cause, fra cui un 50% dovuto a problemi di alimentazione e un restante novero di casi dove la motivazione è da ricercare in malattie come lo scompenso cardiaco, malattie infiammatorie intestinali, insufficienza renale o sanguinamenti gravi.

Non tutte le anemie sono quindi risolvibili con un cambio di alimentazione: c'è da dire che il tipo più diffuso fra bambini e adolescenti, la sideropenica, risponde bene alla giusta alimentazione per anemia e può essere risolta modificando la dieta.

Consigli per una perfetta alimentazione per anemia

Alimenti ricchi di ferro

L'alimentazione per anemia deve basarsi su alimenti che contengono ferro e che ne facilitano l'assorbimento: fra questi troviamo carni rosse magre, tacchino, pollo e pesci come tonno, merluzzo, salmone, mentre il ferro contenuto nei legumi e nella verdura è di assorbimento più complicato per il nostro intestino.

Sostanze ricche di vitamine

In una corretta alimentazione bisogna tenere d’occhio gli abbinamenti degli alimenti.

Vitamina C

La vitamina C è un grande aiuto per l'assorbimento del ferro di frutta e verdura: per questa ragione si consiglia ad esempio di condire la verdura e le macedonie con il limone o l'arancia. Un aiuto in più può arrivare anche dall’assunzione di integratori, come l’integratore Sideral forte in capsule, a base di ferro e vitamina C utile per colmare tali carenze alimentari. 

Vitamina A

Molto importante nell'alimentazione per anemia anche la vitamina A, contenuta in fegato di bovino, fegato e oli di merluzzo, carota, zucca, albicocca, frutta e verdura di colore giallo-arancione e verde brillante, tuorlo d’uovo, burro e formaggi.

Vitamine gruppo B

Da inserire in dieta anche le vitamine del gruppo B (frattaglie, molluschi, pesci e carni in genere, formaggi, uova, che contengono B12) e il rame: è quindi ottimo l’abbinamento degli spinaci con molluschi o legumi, conditi con succo di limone o kiwi, ricchissimi di vitamina C. Consigliate anche tutte le erbe aromatiche, che stimolano la secrezione di succhi gastrici e mantengono elevata l'acidità dello stomaco, altro elemento che contribuisce ad un migliore assorbimento del ferro.

Alimenti ricchi di acido folico

Da privilegiare nell'alimentazione per anemia anche l'acido folico, contenuto nelle verdure a foglia verde scuro, in particolare cavoli e broccoli, nei legumi, nei germogli di grano, nel fegato. Tant’è che è raccomandato l’utilizzo di acido folico prima della gravidanza per le donne che ne hanno programmata una al fine di evitare l’insorgere di malformazioni al feto o patologie come l’anemia mediterranea.

Ecco invece cosa evitare

Ci sono anche abbinamenti da evitare: il ferro alimentare non va mai abbinato ai tannini (contenuti nel tè, nel caffè, nel vino e nella cioccolata) e bisogna evitare di assumere nello stesso pasto ferro e calcio: un esempio classico, il panino con formaggi e salumi.

Ogni situazione di anemia va comunque valutata da un medico, il quale se necessario abbinerà alla dieta anche una corretta integrazione farmacologica.

 


Commenti: 0
Nessun commento
Lascia un commento

L’ indirizzo email non può essere pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati*

CATEGORIE DEL BLOG