Categorie

Cos'è il raffreddore

Il raffreddore è la malattia più nota del mondo. Questo perché secondo le statistiche ogni individuo viene colpito mediamente tra le 2 e le 4 volte ogni anno.

Con il termine raffreddore viene indicata la rinofaringite acuta virale, patologia che interessa naso e gola soprattutto. La durata è di pochi giorni, nella stragrande maggioranza dei casi non ha complicazioni.

Cause del raffreddore

Il responsabile diretto del raffreddore è molte volte il rhinovirus (tra il 30% e l'80% dei casi). Più difficilmente la patologia è dovuta all'azione di coronavirus e l'orthomyxoviridae.

Il virus entra per via aerodiffusa proliferando nelle mucose nasali. Il contagio avviene tramite aerosol, le goccioline sospese in aria, attraverso il contatto diretto, attraverso contatto con secrezioni nasali infette.

I fattori di rischio sono difese immunitarie non totalmente formate o compromesse, la permanenza in luoghi chiusi (ad esempio aule scolastiche. Non a caso bambini e ragazzi in età scolare sono colpiti anche 12 volte in un anno). Non è chiaro se il raffreddore dipenda anche dalla stagionalità.

Sintomi del raffreddore comune

Il raffreddore comune ha in genere i seguenti sintomi: starnuti, abbondante muco, mal di gola, tosse, catarro, mal di testa.

Il raffreddore sparisce in pochi giorni. Difficilmente risultano complicazioni. Fra queste polmonite, sinusite, faringite, otite.

Cura del raffreddore comune

Il raffreddore non ha cura. Possono essere somministrati farmaci in grado di alleviare i sintomi, come decongestionanti locali.

Prevenzione

Consigliabile evitare il tabagismo e l' abuso di alcol. Restare lontano quanto più possibile da persone infette e secrezioni, lavarsi le mani in maniera accurata.