media

Allarme Coronavirus: cos’è e cosa fare per evitare possibili contagi

Come nasce il Coronavirus?

Le ultime notizie su un nuovo virus che ha causato numerosi contagi in Cina hanno creato non pochi allarmismi sia all’interno del paese che nel resto del mondo. Cerchiamo di fare chiarezza quindi e di capire in che modo si può affrontare una situazione di contagio come questa: cos'è il coronavirus e cosa è importante sapere per essere il più possibile tranquilli e consapevoli. 

Il coronavirus è un virus che inizialmente si è sviluppato in alcune specie animali entrate a contatto con l’uomo. Le ultime ricerche hanno ipotizzato si possa trattare di serpenti ma questa notizia non è stata ancora del tutto confermata dalle autorità cinesi. Come già successo in passato per altre epidemie quali la SARS e la MERS il coronavirus, pur essendo un virus animale, è riuscito a contagiare l’uomo grazie al cosiddetto “spillover”, un processo di adattamento del virus che si modifica all’interno dell’organismo dell’uomo per poter sopravvivere anche nelle cellule umane. Questo processo non si verifica per tutti i virus che riguardano gli animali ma in questo caso è riuscito a contagiare anche l’uomo.

Ma come si sta evolvendo? Qual è l’attuale situazione di contagio?

L’evoluzione del coronavirus (in Cina e nel resto del mondo)

La autorità cinesi non hanno fornito dei dati chiarissimi riguardo al numero di contagi: sappiamo che il virus si è sviluppato nella città cinese di Wuhan, che conta più di 11 milioni di abitanti. Inizialmente il numero di contagi fornito dalla Cina è stato di circa 400 ma gli ultimi accertamenti confermano una crescita esponenziale di questo numero. Attualmente il numero delle vittime è fermo a 910 e circa 40.000 le persone contagiate: per fortuna sembra essersi stabilizzato il numero dei contagi, riducendo così il tasso di mortalità. 

Ciò non toglie che è necessario fronteggiare la diffusione del coronavirus in tutti i modi possibili, specie in vista dell'appena passato Capodanno cinese: in questo periodo infatti i cinesi hanno un periodo di ferie abbastanza lungo che solitamente viene sfruttato per viaggiare. Per evitare di la diffusione massiva del virus nel resto del mondo negli ultimi giorni le autorità cinesi hanno deciso di bloccare gli spostamenti in treno e in aereo da e per Wuhan: la stessa misura è stata applicata in Italia, dove restano infatti bloccati i voli da e per la Cina. 

Nonostante questa precauzione però, casi di coronavirus sono stati già registrati anche in altri paesi come Stati Uniti, Australia, Gran Bretagna, Filippine e Hong Kong, dove proprio in questi due ultimi paesi si sono registrati gli unici due decessi al di fuori della Cina.  Anche in Italia si sono verificati casi di contagio: due turisti cinesi sono tuttora ricoverati allo Spallanzani in condizioni stazionarie, mentre tra i connazionali rientrati con un volo militare giorni fa che ora risiedono a Cecchignola c'è un ricercatore positivo al virus.

Cosa possiamo fare quindi per cercare di evitare il contagio? Ecco alcuni consigli.

Coronavirus: sintomi e prevenzione

I principali sintomi del coronavirus sono purtroppo molto simili a quelli di una semplice influenza stagionale e soprattutto in questo periodo potrebbero farvi subito insospettire. In caso si dovessero presentare non allarmatevi immediatamente, recatevi in ospedale solo se notate un aggravamento della situazione in poco tempo, o se possibile, cercate di ottenere una visita a domicilio onde evitare allarmismi presso la struttura ospedaliera.

Poiché molto simili a quelli dell’influenza, i sintomi sono più difficili da riconoscere. Ecco perché, nonostante l’entità del fenomeno, è meglio considerare certe manifestazioni di malessere come possibili sintomi:

  • Febbre;
  • Stanchezza;
  • Tosse;
  • Difficoltà respiratorie.

Per quanto riguarda la prevenzione invece è opportuno seguire i seguenti accorgimenti:

  • Lavare le mani

Lavarsi le mani frequentemente e in maniera approfondita è fondamentale per non favorire la diffusione di virus. È importante quindi non solo per il coronavirus ma in generale per non contrarre anche virus stagionali. È inoltre necessario l’utilizzo di un detergente che vi aiuterà ad eliminare i batteri.

  • Evitare luoghi affollati

Non recatevi in luoghi chiusi troppo affollati come stazioni, aeroporti e centri commerciali a meno che non sia strettamente necessario. La concentrazione di persone in un luogo chiuso favorisce la diffusione di batteri.

  • Utilizzare dei fazzoletti

Quando si starnutisce sarebbe bene utilizzare dei fazzoletti usa e getta per coprirsi la bocca e non le mani a meno che non si provveda subito a lavarle. Ancora meglio coprirsi con il gomito, dal momento che è meno soggetto all’esposizione e al contatto con il resto dell’ambiente e delle persone.

  • Rinforzare il sistema immunitario

Un sistema immunitario debole è più soggetto a contrarre virus. Mangiate cibi ricchi di vitamine e sali minerali oppure valutate l’assunzione di un integratore multivitaminico arricchito di magnesio e potassio.

  • Usare la mascherina

Le mascherine forniscono una protezione blanda che non garantisce di non contrarre dei virus. Sono invece più utili per non trasmettere batteri alle altre persone in caso non fossimo in salute.

In caso di dubbi riguardanti i sintomi e la prevenzione del coronavirus non esitate a contattarci.

 


Commenti: 0
Nessun commento
Lascia un commento

L’ indirizzo email non può essere pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati*

CATEGORIE DEL BLOG